Contatti

Paolo Ragno

Sportello Bandi

Tel. 0459211524

L’obbligo di trasparenza delle erogazioni pubbliche è stato introdotto dalla legge annuale per il mercato e la concorrenza (art. 1, commi 125-129, legge 4 agosto 2017, n.124) e poi modificato dal Decreto Legge 34/2019 c.d. “Decreto Crescita”.

L’articolo 35 del “Decreto Crescita” ha stabilito, in particolare, che i soggetti (imprese) che ricevono sovvenzioni, sussidi, vantaggi, contributi o aiuti dalle pubbliche amministrazioni, in denaro o in natura, privi di natura corrispettiva, retributiva o risarcitoria” ricevuti da parte della Pubblica Amministrazione, sopra la soglia di 10.000 euro, secondo il criterio di cassa. sono tenuti a rendere pubbliche alcune informazioni entro il 30 giugno di ogni anno.

Questo obbligo vale per tutti i contribuenti che svolgono attività d’impresa ai sensi dell’art. 2195 del codice civile. In particolare, per le micro-imprese, le imprese individuali, le società di persone e le SRL con bilancio in forma abbreviata, le informazioni relative ai contributi pubblici ricevuti dovranno essere riportate sui siti internet o sui portali digitali delle Associazioni di categoria, entro il 30 giugno di ogni anno.

In caso di omissione, è prevista una sanzione minima di 2.000 euro e l’eventuale disconoscimento del contributo.

Confartigianato Imprese Verona mette a disposizione delle imprese associate prive di sito internet la presente sezione del proprio portale, per la pubblicazione di tali informazioni.

Per informazioni gli interessati possono contattare entro e non oltre il 31 maggio di ogni anno lo Sportello Bandi:

Tel. 0459211524

contributi@confartigianato.verona.it

IMPRESE ASSOCIATE

__________