TRASPORTI CONTO TERZI – Ulteriori contributi rottamazione: secondo periodo presentazione domande al via dal 1° giugno. Confartigianato ti aiuta!
1 Aprile 2021

TRASPORTI CONTO TERZI – Ulteriori contributi rottamazione: secondo periodo presentazione domande al via dal 1° giugno. Confartigianato ti aiuta!

Trasporti - Logistica - Mobilità

Confartigianato Trasporti Verona ricorda che sono state stanziate ulteriori risorse per gli investimenti per l’autotrasporto di cose per conto di terzi, in particolare per il rinnovo dei veicoli. Anche in questo caso si tratta di contributi a fondo perduto che si SOMMANO a quelli elencati precedentemente.

Sono stati stanziati stanziato 25,8 milioni di euro per il biennio 2019-2020 dal “Decreto Fiscale” (Legge 19 dicembre 2019 n.157) per la SOLA rottamazione di veicoli per il trasporto di merci di classe Euro fino alla IV, di massa complessiva a pieno carico pari o superiore a 3.5 ton. ed il contestuale acquisto di veicoli di nuova generazione di pari massa (CNG, LNG, ibrido, elettrico, EURO VI). Successivamente (il 23/09/2020) è stato pubblicato il Decreto MIT-MEF del 24/08/2020 con il quale sono stabilite le modalità di erogazione delle risorse per investimenti a favore delle imprese di autotrasporto per l’annualità 2020. Tale decreto è in vigore dal giorno 24/09/2020.

E’ importante sapere che tale fondo destinato a contributi per l’autotrasporto professionale misura si somma a quella già prevista dal Decreto MIT 12/05/2020 con uno stanziamento di circa 122 milioni di euro per il 2020-2021.

SI SOTTOLINEA CHE DIVERSAMENTE AI CONTRIBUTI INVESTIMENTI VII EDIZIONE SECONDA FASE (altra notizia) QUELLO CHE SI ILLUSTRA A SEGUIRE PREVEDE SEMPRE NECESSARIAMENTE LA ROTTAMAZIONE DI UN VEICOLO.

 

MODALITÀ DI FUNZIONAMENTO, TEMPI, MODALITÀ DI COMPILAZIONE E PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE

Come negli altri casi di contributi per gli investimenti dell’autotrasporto professionale la procedura di presentazione delle domanda si articola in due fasi distinte e successive:

a) la FASE PRENOTAZIONE per l’accantonamento dell’importo;

b) la FASE DI RENDICONTAZIONE dell’avvenuto perfezionamento dell’investimento.

LA PROSSIMA FASE DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE E’ FISSATA:

DALLE ORE 10:00 DEL 1° GIUGNO ALLE ORE 08:00 DEL 21 GIUGNO 2021.

LA DOMANDA DEVE ESSERE PRESENTATA ESCLUSIVAMENTE TRAMITE LA PEC DELL’IMPRESA, ALL’INDIRIZZO:

ram.rinnovoparcoveicolare@legalmail.it

 

IL SERVIZIO DI CONFARTIGIANATO IMPRESE VERONA PER LE IMPRESE ASSOCIATE

Ricordiamo a tutte le imprese che, come in passato, Confartigianato Imprese Verona è disponibile ad accompagnare i propri associati nella predisposizione della domanda di contributo.

Per informazioni, Luca Baldani Guerra:

luca.baldaniguerra@confartigianato.verona.it

tel. 0459211555 – 521

Le imprese possono presentare una sola domanda anche se per le due diverse tipologie di investimento che seguono.

Come per questa tornata di contributi il soggetto identificato per la gestione è la RAM Spa che procederà all’attivazione di due “contatori” per fare conoscere la disponibilità residua del fondo stanziato uno per ciascuna delle aree di investimenti che sono:

  1. A) VEICOLI DI MASSA A PIENO CARICO PARI O SUPERIORE A 3,5 TON A TRAZIONE ALTERNATIVA CON CONTESTUALE ROTTAMAZIONE DI VEICOLI FINO A CLASSE EUROIV;
  2. B) VEICOLI DI MASSA A PIENO CARICO PARI O SUPERIORE A 3,5 TON DI CLASSE EUROVI, CON CONTESTUALE ROTTAMAZIONE DI VEICOLI FINO A CLASSE EUROIV.

 

Non è possibile presentare la domanda relativa al questo secondo periodo se non ha completato la rendicontazione della domanda relativa al primo periodo e nel caso che la si presenti sarà considerata non ammissibile.

La domanda inviata tramite PEC dovrà contenere la seguente documentazione, a pena di inammissibilità:

  1. a) modello di domanda sullo specifico modello reso disponibile sul sito di RAM che dovrà essere debitamente compilato e sottoscritto con firma digitale del legale rappresentante.
  2. b) copia del documento di identità del legale rappresentante;
  3. c) eventuale delega al Procuratore per la presentazione della domanda;
  4. d) copia del contratto di acquisto dei beni incentivabili avente data successiva al 25 dicembre 2019 (duemiladiciannove), sottoscritto dalle parti e con apposta la firma digitale del legale rappresentante dell’impresa di autotrasporto.

Ai soli fini della formazione dell’ordine di prenotazione faranno fede la data ed ora di invio della domanda tramite PEC.

Una volta arrivate le domande per il secondo di incentivazione, RAM pubblicherà sul proprio sito, e su quello del Ministero delle Infrastrutture e Mobilità Sostenibili, l’elenco delle domande indipendentemente dalla regolarità formale e sostanziale delle stesse entro il giorno 01/07/2021

 

PROVA DEL PERFEZIONAMENTO DELL’INVESTIMENTO E RENDICONTAZIONE

La rendicontazione relativa al secondo periodo di incentivazione deve avvenire:

dalle ore 10.00 dell’1° luglio 2021 e entro e non oltre le ore 16.00 del 30 novembre 2021.

Le credenziali di accesso al sistema informatico verranno trasmesse all’indirizzo PEC dell’impresa che ha presentato domanda.

Le domande che non saranno perfezionate con la rendicontazione decadranno automaticamente e le risorse riacquisite dal sistema.

 

DOMANDE DI CONTRIBUITO PER ROTTAMAZIONE VEICOLI FINO AD EURO IV

CON ACQUISIZIONE DI VEICOLI A TRAZIONE ALTERNATIVA

Le imprese dovranno produrre, ai fini dell’ammissione all’incentivo:

a) numero di targa, a comprova che la PRIMA immatricolazione sia avvenuta in Italia dopo il 25 dicembre 2019;

b) attestazione tecnica del costruttore attestante la sussistenza delle caratteristiche tecniche;

c) dichiarazione sostitutiva di atto notorio (DRP 445/2000) attestante i veicoli rottamati sono stati di proprietà, o altro titolo, dell’impresa che presenta la domanda per almeno i 3 anni precedenti il 23/09/2020.

CON ACQUISIZIONE DI VEICOLI DIESEL EURO VI

Le imprese dovranno produrre, ai fini dell’ammissione all’incentivo:

a) prova di avvenuta radiazione per rottamazione con l’indicazione del numero di targa dei veicoli, a cura dell’impresa di demolizione ovvero dichiarazione di presa in carico con l’impegno a procedere alla demolizione dei veicoli;

b) prova di avvenuta immatricolazione in Italia di veicoli EuroVI, mediante indicazione del numero di targa;

c) dichiarazione sostitutiva di atto notorio (DRP 445/2000) attestante i veicoli rottamati sono stati di proprietà, o altro titolo, dell’impresa che presenta la domanda per almeno i 3 anni precedenti il 23/09/2020.

 

IMPORTI DEI CONTRIBUTI

CONTRIBUTI VEICOLI NUOVI EURO VI/ CNG/LNG/ELETTRICO

MASSA COMPLESSIVA CONTRIBUTO
VEICOLI CNG E IBRIDOpari o superiore a 3,5 t e inferiore a 7 t.: € 4.000
VEICOLI CNG E IBRIDOpari o superiore a 7 t e inferiore a 16 t.: € 8.000
VEICOLI CNG-LNG, IBRIDO, ELETTRICOpari o superiore a 16 t.: € 20.000
VEICOLI FULL-ELECTRICpari o superiore a 3,5 t e inferiore a 16 t.: € 12.000
CONTRIBUTI VEICOLI NUOVI EURO VI D ED EURO6 D-TEMP
MASSA COMPLESSIVA CONTRIBUTO
VEICOLI DIESEL EUROVI, EURO6, EURO6 DTEMPpari o sup. a 3,5 t e inferiore a 7 t.: € 2.000
VEICOLI EUROVIpari o superiore a 7 t e inferiore a 16 t.: € 5.000
VEICOLI DIESEL EUROVIpari o superiore a 16 t.: € 8.000


ALLEGATO

DECRETO MIT MEF CONTRIBUTI 2019 2020 EXTRA