statuto-Confartigianato-Verona-2019
12 Feb 2019

ASSOCIAZIONE – Approvato nuovo Statuto Confartigianato Verona. Bissoli: “Un’Associazione aperta a tutti: nuove forze e giovani si facciano avanti”

“Ora abbiamo un’associazione alla portata di tutti”, con questo concetto Andrea Bissoli, Presidente di Confartigianato Verona, ha chiuso l’Assemblea Generale Straordinaria che nella serata di lunedì 11 febbraio ha valutato le modifiche e approvato il nuovo statuto dell’associazione provinciale che rappresenta artigiani e micro, piccole e medie imprese della provincia scaligera.

Un’approvazione all’unanimità, arrivata dopo un anno e mezzo di intenso lavoro da parte di un’apposita commissione composta da ex presidenti dell’Associazione, dall’attuale Giunta esecutiva e da tecnici ed esperti in diritto, che il Presidente Bissoli ha tenuto a ringraziare per l’impegno e la dedizione, “ma soprattutto – afferma – per l’attenzione prestata nel consegnare all’Associazione uno strumento di ‘governo’ al passo con i tempi, snello, davvero democratico e grazie al quale tutti i mestieri, le categorie e le aree territoriali della provincia avranno la possibilità di rappresentare ed essere rappresentati”.

“Dovevamo adeguare lo statuto – continua Bissoli – alle mutate esigenze dell’associazione e al nuovo contesto economico, imprenditoriale e, perché no, anche sociale. Ora si partirà dal basso, dai mestieri e dalle delegazioni comunali, per arrivare all’elezione dei vertici delle federazioni di categoria e dei comprensori, che prenderanno il posto dei mandamenti. In quest’ultimo caso, il vantaggio sarà un coinvolgimento vero e diretto dei rappresentanti nei vari comuni, che avranno il ruolo principale di collegamento e dialogo con le varie amministrazioni, con le quali Confartigianato Verona intende rafforzare il confronto per il bene delle imprese e delle economie locali”.

Molte altre sono state le modifiche, ma quello che all’Associazione artigiana preme sottolineare è il messaggio che si è voluto trasparisse da tale revisione dello statuto. “Siamo entrati nell’anno del rinnovo cariche – spiega il Presidente Bissoli –, con molti dirigenti – tra i quali io stesso nel ruolo di presidente – che taglieranno il traguardo del secondo ed ultimo mandato. A questo momento di cambiamento ci siamo voluti arrivare con un nuovo strumento di ‘governo’ associativo, più aggiornato, ma anche più aperto, offrendo l’occasione a nuove donne e uomini con responsabilità, soprattutto ai giovani, di farsi avanti per diventare protagonisti dei cambiamenti, contribuendo in prima persona alla tutela e crescita propria, dei colleghi e dell’intera categoria. Anzi, il mio è un vero e proprio invito: Confartigianato Verona, alla portata di tutti, attende forze nuove, che portino avanti il nostro lavoro per il bene delle Pmi veronesi, della nostra splendida provincia e della nostra comunità”.

“L’obiettivo di tutti noi, dirigenti della prima associazione artigiana della provincia di Verona – conclude Andrea Bissoli – deve essere e deve rimanere quello di lavorare sulla strada del progresso in favore dei nostri associati. Non è più tempo di protagonismi: è il momento di essere concreti per il bene di tutti”.

X