verona-est-2018-2
29 Gen 2018

VERONA EST – Alla Festa dell’Artigiano record di presenze e un presidente Merletti che chiede “un governo che governi… seriamente”

“Finiamola con l’assistenzialismo, investiamo per lo sviluppo. La ripresa? Debole, non supportata abbastanza. Il futuro? E’ nelle mani dei giovani che hanno idee, ma trovano davanti a loro un percorso pieno di ostacoli. Cosa vogliamo e cosa serve al nostro Paese? Semplice: un governo che governi… seriamente”. Questo il riassunto di alcuni degli spunti lanciati dal presidente nazionale di Confartigianato, Giorgio Merletti, ospite d’onore della tradizionale Festa dell’Artigiano organizzata dal Mandamento di Verona Est di Confartigianato Verona.

verona-est-2018-1

GALLERIA FOTOGRAFICA

L’appuntamento è stato riproposto nella serata di sabato 27 gennaio, in collaborazione con Itas Assicurazioni, facendolo precedere da una visita e successiva celebrazione eucaristica nell’Abbazia di San Pietro a Villanova di San Bonifacio.

La serata è poi proseguita presso il Ristorante Tregnago 1908 a Montecchia di Crosara, dove gli oltre 180 invitati si sono ritrovati per una cena che ha radunato attorno agli stessi tavoli gli artigiani e i dirigenti nazionali, provinciali e mandamentali di Confartigianato, oltre ad una nutrita schiera di amministratori locali dei vari comuni dell’Est Veronese, appositamente invitati dal presidente mandamentale, Roberto Iraci Sareri, assieme al presidente di Confartigianato Verona, Andrea Bissoli, e il segretario Valeria Bosco, per condividere con gli artigiani un momento di confronto. Presente anche il vicepresidente di Confcommercio, Nicola Baldo, che ha portato i saluti del presidente Paolo Arena.

“Ringraziamo i sindaci e gli assessori del territorio presenti – ha spiegato Iraci Sareri -, oltre ai consiglieri regionali Giovanna Negro e Stefano Valdegamberi, ai quali abbiamo chiesto di essere presenti per confrontarsi con gli imprenditori, le donne e gli uomini del loro territorio, mettendosi in ascolto per cogliere spunti e opportunità di miglioramento nell’operato a favore della collettività. Sono orgoglioso di presiedere il mandamento di Verona Est, che dimostra sempre grande unità e coinvolgimento: vorrei che diventassimo tutti uno strumento di traino nei confronti dei colleghi artigiani, affinché comprendano il reale ruolo della nostra Associazione in loro favore”.

Parole apprezzate dal presidente di Confartigianato Verona, Andrea Bissoli, il quale ha ribadito l’importanza di restare uniti “in un momento – ha affermato – in cui si prospettano opportunità di lasciarci tanti problemi alle spalle. Ringraziamo il presidente nazionale Merletti, che ha voluto essere tra noi, nonostante i numerosi impegni. Si tratta di un segnale importate da far arrivare alle imprese veronesi: Confartigianato c’è e si batte con forza, riuscendo ad ottenere risultati importanti, come accaduto per molti dei provvedimenti contenuti nella Legge di Stabilità, che rimane comunque una manovra zoppa, con molte ombre”.

La Festa dell’Artigiano, da sempre, raccoglie l’interesse degli amministratori locali dell’Est Veronese, che anche sabato sera hanno colto l’occasione per dimostrarsi vicini alle imprese del territorio. Tra loro, i sindaci di San Bonifacio, Giampaolo Provoli; di Arcole, Alessandro Ceretta; di Belfiore, Alessio Albertini; di Cazzano di Tramigna, Maria Luisa Guadin; di Colognola ai Colli, Claudio Carcereri De Prati; di Illasi, Paolo Tertulli; di Montecchia di Crosara, Edoardo Pallaro; di San Giovanni Ilarione, Luciano Marcazzan; di Soave, Gaetano Tebaldi; di Pressana, Stefano Marzotto; di Rocà, Roberto Turri; i vicesindaci di Roveredo di Guà, Claudio Cioetto, e di Veronella, Marisa Rettore, e gli Assessori Laura Valbusa e Francesca Avella di Cologna Veneta.

“Agli amministratori locali – ha affermato il presidente nazionale, Giorgio Merletti – spesso va la nostra comprensione, per le difficoltà che si ritrovano ad affrontare, confrontandosi con il malcontento dei cittadini e le briglie imposte da Roma e i tagli costanti delle risorse da investire sul territorio. Avendo io stesso fatto il sindaco, posso dirvelo sinceramente: siete degli eroi”.

“Per noi il lavoro porta benessere – ha continuato Merletti –, ma soprattutto dignità e inclusione sociale. Per questo siamo a favore del lavoro di cittadinanza, non del reddito di cittadinanza. Per noi vale ancora la convinzione che non si può guadagnare senza lavorare!”. Un concetto accolto con un fragoroso applauso da parte della platea di imprenditori artigiani presenti, ai quali il numero uno di Confartigianato nazionale si è poi rivolto parlando di giovani e futuro. “Non illudiamoci di risolvere i problemi delle nuove generazioni con il facile mito delle start up tecnologiche – ha affermato –. Per affrontare il tema dell’occupazione giovanile, senza scorciatoie di importazione, la nostra risposta viene da una solida base di esperienza, di trasmissione di sapere e di conoscenze. Bisogna ridurre la distanza tra mondo produttivo e sistema scolastico, valorizzando l’alternanza scuola-lavoro con incentivi e riduzione degli oneri per le imprese che offrono percorsi di formazione e va incentivato anche l’apprendistato professionalizzante, ripensando anche l’impianto normativo dell’apprendistato di primo livello”.

La Festa dell’Artigiano ha poi dedicato un riconoscimento ad alcuni imprenditori associati a Confartigianato, per il loro impegno, sia aziendale sia nell’ambito dell’attività in favore dell’artigianato locale. Il premio è quindi andato a

  • > Silvio Pagliarini di Illasi
  • > Giorgio Crestan di San Bonifacio
  • > Ivano Faccini di Soave, per il quale hanno ritirano il riconoscimento la moglie Annalisa e i figli Ermanno e Alberto.

Chiusura in allegria, con una estrazione che ha distribuito in sala oltre un centinaio di premi offerti dalle aziende artigiane che hanno collaborato alla riuscita della manifestazione.


Si ringraziano: 
  • > Azienda agricola Gianni Tessari – Roncà
  • > Azienda agricola Monte Tondo – Soave
  • > Bonamini Mario Maestro del Ferro snc di Bonamini Marco – Cogollo-Tregnago
  • > Brusarosco Giancarlo – S. Bonifacio
  • > Impianti Elettrici Burato Giacomo e Simone – S. Giovanni Ilarione
  • > Calzoleria Geroli Paride – S. Bonifacio
  • > Cantina Ca’ Rugate – Montecchia di Crosara
  • > Cantina F.lli Tamellini – Costeggiola di Soave
  • > Cantina Maltraversi – San Giovanni Ilarione
  • > Cantina di Soave – Montecchia di Crosara
  • > Collis Group – Cantina di Colognola ai Colli
  • > Carrozzeria Alpocar di Fasolo – Monteforte d’Alpone
  • > Caseificio Gugole Dario – S. Giovanni Ilarione
  • > Consorzio Tutela Vini Soave Durello e Arcole
  • > Distilleria Artigiana Maschio P. snc – Monteforte d’Alpone
  • > Artigiana New – San Bonifacio
  • > Fattori srl – San Bonifacio
  • > Frantoio Bonamini srl – Illasi
  • > Garbin Tarcisio – Gazzolo d’Arcole
  • > Impresa Edile Crestan Dario, Adriano & C. snc – Cologna Veneta
  • > La dolciaria – Cologna Veneta
  • > Marmi Danieli Luigino – San Bonifacio
  • > Parrucchieri Francesco e Roberto – Illasi
  • > Prosciuttificio Soave & C. snc di Masconale – Soave
  • > Scartozzoni Riccardo & Figli snc Maglieria Artigiana di Qualità – Colognola ai Colli
  • > ZetaViEmme di Zenari Devis – S. Bonifacio
X