sicurezza-luoghi-di-lavoro-1
19 Mar 2020

EMERGENZA CORONAVIRUS – Sicurezza nei luoghi di lavoro: tutte le informazioni e il materiale scaricabile

Le attuali disposizioni in materia di Coronavirus – Convid19 (secondo il DPCM 11/03/2020) non obbligano alla chiusura delle unità produttive.

E’ però obbligatorio, per le aziende che possano continuare l’attività, il rispetto di misure di sicurezza che garantiscano la salute delle persone presenti all’interno dell’azienda.

Tali misure sono anche elencate nel documento elaborato sulla base del “Protocollo condiviso di regolamentazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid-19 negli ambienti di lavoro”, siglato a livello nazionale dalle Parti Sociali il 14 marzo 2020, ratificato nella medesima giornata a livello regionale.

Non esiste un problema formale di aggiornamento del Documento di Valutazione dei Rischi (DVR), e questo è stato ribadito dalla Regione Veneto (“Indicazioni operative per la tutela della salute negli ambienti di lavoro non sanitari“).

Il problema è, invece, sostanziale ed è relativo al ruolo dato al Datore di Lavoro nel valutare se le misure siano attivabili per i propri luoghi di lavoro e se possa garantirne il rispetto.

In tal senso suggeriamo:

  • > di verificare l’attuabilità delle misure per tutti i lavoratori, anche per quelli che operano all’esterno dell’azienda, con particolare riferimento a:
    • • possibilità di rispettare in maniera costante ed effettiva il criterio di distanza droplet (almeno 1 metro di distanza);
    • • pulizia delle mani e sanificazione delle superfici;
  • > di sensibilizzare il personale sulle misure intraprese;
  • > di verificare, direttamente o attraverso i preposti, il corretto e costante adempimento delle regole di comportamento intervenendo in caso di violazione.

L’azienda dovrà consultare il proprio RLST comunicandogli la necessità di dover adottare il Protocollo ai sensi degli accordi interconfederali vigenti nel settore artigiano in materia di sicurezza e rappresentanza dei lavoratori.

L’azienda che non aderisce al sistema EBAV/COBIS o Edilcassa Veneto/CPR dovrà consultare il proprio RLS comunicandogli la necessità di dover adottare il Protocollo.

Alleghiamo i documenti utili con le misure da attuare, il testo integrale del protocollo condiviso e le informative da dare ai propri dipendenti (alcune da far firmare).

Per ogni ulteriore dettaglio contattate il front office di Confartigianato Imprese Verona o il Vostro consulente sicurezza.

Tel. 0459211555 • info@confartigianato.verona.it

ALLEGATI

01_MISURE_PROTOCOLLO-CORONAVIRUS_rev 16 03 2020

02_INFORMATIVA_DIPENDENTI_CORONAVIRUS

03_MISURE_IGIENICHE

04_CARTELLO_REGOLE_da_appendere

05_CARTELLO_LAVAGGIO MANI_da_appendere

06_CARTELLO CLIENTELA_da_appendere all’ingresso

07_MEMORANDUM DIPENDENTI-VISITATORI

08_ISTRUZIONI_UTILIZZO_MASCHERINA

09_CHECK_LIST_COVID_16 03 2020

10_INFORMATIVA_LAVORO_AGILE

11_PROTOCOLLO_CONDIVISO_14 03 2020

X