agenzia-entrate

FATTURA ELETTRONICA – Confartigianato a confronto con il Direttore dell’Agenzia delle Entrate. A Verona, organizzazione “ad oltranza” di incontri informativi

“L’Agenzia delle Entrate è impegnata a semplificare gli adempimenti a carico delle imprese connessi all’obbligo della fattura elettronica che entrerà in vigore da gennaio 2019”. Lo ha dichiarato il nuovo Direttore dell’Agenzia delle Entrate, Antonino Maggiore, al suo primo incontro con un’Organizzazione d’impresa, ieri a Roma alla Giornata di approfondimento e scambio di esperienze sulla fatturazione elettronica organizzata da Confartigianato e alla quale hanno partecipato i responsabili fiscali e i Segretari delle Associazioni del sistema Confederale, tra le quali Valeria Bosco, segretario di Confartigianato Verona.

Il Segretario Generale di Confartigianato, Cesare Fumagalli, ha indicato nella fattura digitale uno dei tanti cambiamenti nel sistema fiscale “che – ha detto – costituiscono una sfida per riqualificare i servizi associativi e riadeguare le competenze per poter rispondere al meglio alle aspettative degli imprenditori”.

Ciò che Confartigianato sta mettendo in campo in questi mesi che precedono l’introduzione “allargata” della fattura elettronica, è impegno sul fronte dei servizi ma anche nella battaglia per ottenere semplificazioni nelle procedure per attuare il nuovo obbligo. E proprio le modifiche sollecitate da Confartigianato sono contenute nel decreto fiscale appena varato dal Governo. Su questi correttivi si è soffermato il Direttore Maggiore, ricordando che l’Agenzia è pronta a recepirli per rendere le nuove procedure snelle e veloci.

“Serve – ha sottolineato Maggiore – lo sforzo e la buona volontà di tutti per applicare la fatturazione elettronica, che costituisce uno strumento innovativo finalizzato anche a prevenire i fenomeni di evasione”. Inoltre, il Direttore si è detto disponibile a raccogliere le richieste di chiarimenti su alcuni aspetti del nuovo obbligo avanzate da Confartigianato. “La fatturazione elettronica – ha concluso – è un passo avanti importante e bisogna partire preparati con il piede giusto”.

Confartigianato Verona può testimoniare la buona volontà delle imprese veronesi, che in queste settimane stanno affollando gli incontri organizzati per illustrare il provvedimento e presentare i servizi messi a loro disposizione per entrare con tranquillità nel mondo della fattura elettronica. “Siamo arrivati al quinto appuntamento – spiega Valeria Bosco, segretario dell’Associazione -, con una media di 80/100 partecipanti a serata, senza contare gli incontri in provincia, organizzati per gli associati che già utilizzano i servizi del nostro settore tributario. Rassicuriamo chi non è ancora riuscito a partecipare, perché essendo entrati in una fase di organizzazione ‘ad oltranza’, stiamo già programmando altre date. Consigliamo di seguire le notizie che comunichiamo tramite in nostri canali informativi, come sito Internet e pagine sui social network più diffusi”.

Confartigianato Verona su Facebook

Confartigianato Verona su Twitter

Per informazioni:

X