anap-campagna-truffe
2 Ago 2017

ANAP – Pene più severe per chi truffa gli anziani: soddisfazione Anap per la proposta ora in Parlamento

“Quando Anap gettò il sasso nello stagno tre anni fa, con la campagna nazionale contro le truffe agli anziani, insieme al Ministero degli Interni e alle Forze dell’Ordine, non immaginavamo certo che le onde si sarebbero propagate tanto sollecitamente e diffusamente”. Luigino Danieli, presidente dell’Associazione Nazionale Anziani Pensionati di Confartigianato Verona, commenta così la proposta, al momento al vaglio del Parlamento, di incrementare le pene nei confronti dei truffatori e di stabilire l’ordine di arresto per chi viene colto in flagranza di reato.

“In Veneto, in particolare, con la campagna contro le truffe agli anziani – aggiunge Fiorenzo Pastro, Presidente regionale Anap – abbiamo inteso prima di tutto portare avanti un’azione di prevenzione, basata non solo sull’informazione attraverso riunioni e convegni su tutto il territorio, ma anche iniziative innovative come lo spettacolo di Moreno Morello, ‘Truffattori’, che abbiamo portato, per ora, nei teatri dei comuni capoluogo di Vicenza, Venezia, Padova, Rovigo e Treviso e quest’autunno a Belluno e Verona. Appuntamenti durante i quali abbiamo distribuito centinaia di copie del nostro vademecum che, fin dall’inizio, è stato il nostro materiale informativo per eccellenza, con consigli utili e modelli di comportamento in caso di truffe. Siamo stati sempre sensibili riguardo un fenomeno che purtroppo si diffonde, assumendo forme sempre nuove e che colpisce, anche sul piano psicologico, la categoria più fragile della società: gli anziani”.

Entra dunque nel vivo la terza edizione di “Più sicuri insieme”, la campagna contro le truffe agli anziani lanciata da Anap, in collaborazione con il Ministero dell’Interno e la Direzione Centrale della Polizia criminale. “Nel mese di ottobre l’iniziativa si concretizzerà anche a Verona – spiega il veronese Danieli -: siamo nella fase organizzativa dello spettacolo teatrale di Morello, basato su storie reali di truffe e raggiri raccolti negli anni dal noto inviato di Striscia la Notizia. Come testimoniano i numeri resi pubblici in occasione della presentazione, insieme al Ministro Minniti, della terza campagna nazionale, in Italia si sta registrando un calo dei reati contro gli anziani: nel 2016, infatti, sono state raccolte 340mila denunce, oltre 30mila in meno rispetto al 2014, quando si registrarono 372mila reati di questo tipo. Numeri che confermano la bontà del progetto, grazie alla rete sociale fatta di corpi intermedi e Forze di Polizia per tutelare la fascia più debole della società, gli anziani. L’unica arma che possiamo opporre, oltre al contrasto degli organi di Polizia, è l’informazione, la consapevolezza, la conoscenza”.

“Accanto all’azione di prevenzione, tuttavia – conclude il Presidente di Anap Verona -, è sempre più necessaria un’opera di repressione efficace. L’iniziativa parlamentare persegue questo scopo e auspichiamo che la normativa venga sollecitamente approvata. Di sicuro Anap vigilerà affinché ciò accada”.