F-GAS - Entro il 31 maggio la dichiarazione obbligatoria: servizio di assistenza di Confartigianato
Coinvolte tutte le imprese che possiedono impianti e attrezzature che contengono gas fluorurati ad effetto serra....

GAS FLUORURATI – Entro il 31 maggio la dichiarazione obbligatoria. Confartigianato attiva servizio di assistenza

L’obbligo di presentazione della dichiarazione riguarda gli operatori che detengono apparecchiature fisse di refrigerazione, condizionamento d’aria, pompe di calore e sistemi fissi di protezione antincendio contenenti 3 kg o più di gas fluorurati. Sono definiti operatori i proprietari di tali apparecchiature o impianti che non abbiano delegato a terzi l’effettivo controllo sul funzionamento, consentendo libero accesso, potere di accensione e spegnimento e potere (anche finanziario) di decidere in merito a modifiche tecniche.

La dichiarazione fa riferimento all’anno 2014 e dovrà essere trasmessa ad ISPRA (Istituto Superiore per la Protezione dell’Ambiente) entro il 31/05/2015 in formato elettronico, accessibile al seguente link: http://www.sinanet.isprambiente.it/it/sia-ispra/fgas. In tale sito internet sono riportate tutte le informazioni e l’apposito programma da utilizzare per l’invio dei dati richiesti.

Oggetto della dichiarazione sono tutte le apparecchiature precedentemente dichiarate e quelle installate nel corso del 2014. Nel secondo caso, oltre ai dati di emissione per tipologia di apparecchiatura e sostanze e la somma delle emissioni per tipologia di sostanza, devono essere inseriti anche i dati identificativi dell’operatore, la tipologia e il numero delle applicazioni fisse o dei sistemi fissi contenenti ciascuno 3 kg o più di gas fluorurati ad effetto serra.

Si precisa che per dato di emissione deve essere inteso il dato quantitativo relativo alle quantità di fgas perdute, recuperate o smaltite nell’anno di riferimento ricavabile dai registri di apparecchiatura / sistema (perdite, rabbocchi, recuperi o smaltimenti).

Gli operatori sono obbligati a trasmettere la dichiarazione anche qualora nell’anno di riferimento considerato non siano state rilevate quantità di fgas emesse (cioè anche in caso non siano stati effettuati interventi di smaltimento o rabbocco).

Per la mancata dichiarazione, inesattezza, non completezza o non conformità delle informazioni, sono previste sanzioni da euro 1.000,00 a euro 10.000,00.

Al fine di dare un concreto aiuto alla compilazione di tale dichiarazione, Confartigianato Verona ed UPA Servizi srl hanno predisposto un apposito servizio per agevolare questo adempimento. Nel caso in cui la Vostra impresa intenda avvalersi della possibilità di delegarci per effettuare la dichiarazione dei gas fluorurati, è necessario che si prenda contatto con il nostro centralino (0459211555), o con l’Ing. Paolo Cipriano (tel. 045 9211552, paolo.cipriano@artigianiupa.vr.it).