Emergenza Coronavirus - Impianti e Autoriparazione_proroga certificazioni f-gas_a chi interessa e a chi no

EMERGENZA CORONAVIRUS – Impianti e Autoriparazione: certificazioni Gas Fluorurati (F-GAS) prorogate, ecco chi è interessato e chi no

Abbiamo dato notizia di come, per effetto dell’Articolo 103, il Decreto “Cura Italia” abbia disposto la sospensione dei termini nei procedimenti amministrativi e gli effetti degli atti amministrativi in scadenza nel periodo compreso tra il 31/01/2020 e il 15/04/2020, in conseguenza degli effetti determinati dall’epidemia COVID-19 ed al contempo abbia disposto che “Tutti i certificati, attestati, permessi, concessioni, autorizzazioni e atti abilitativi comunque denominati, in scadenza tra il 31/01/2020 e il 15/04/2020, conservano la loro validità fino al 15/06/2020”.

Sul solco di questa disposizione il Ministero Ambiente della Tutela del Territorio e del Mare con una propria nota in data 23/03/2020 ha inteso chiarire quanto segue, in particolare per quanto riguarda la Certificazione F-GAS.

“I certificati rilasciati alle persone fisiche e alle imprese ai sensi degli articoli 7 e 8 del D.P.R. n. 146/2018, in scadenza nel periodo tra il 31/01/2020 e il 15/04/2020 resteranno validi fino al 15/06/2020, quindi hanno una durata e validità prorogata”.

Inoltre al fine di rendere valida l’estensione delle certificazioni, gli Organismi di certificazione accreditati e designati provvederanno autonomamente, previo accesso alla loro pagina riservata del Registro telematico nazionale delle persone e delle imprese certificate (www.fgas.it), a prorogare fino al 15/06/2020 le date dei certificati da loro rilasciati e in scadenza nel periodo tra il 31/01/2020 e il 15/04/2020 (compresi).

A SEGUIRE SI RIEPILOGANO I SOGGETTI CHE DEVONO ESSERE CERTIFICATI F-GAS DA PARTE DI APPOSITO ORGANISMO (E ISCRIZIONE AL REGISTRO TELEMATICO NAZIONALE)

PERSONE FISICHE che intendono svolgere le seguenti attività:

1) attività su celle frigorifero di autocarri e rimorchi frigorifero, apparecchiature fisse di refrigerazione, condizionamento d’aria e pompe di calore fisse:

consistenti in:

1) controllo delle perdite dalle apparecchiature contenenti gas fluorurati a effetto serra in quantità pari o superiori a 5 tonnellate di CO2 equivalente a meno che le apparecchiature siano ermeticamente sigillate, etichettate come tali e contenenti gas fluorurati a effetto serra in quantità inferiori a 10 tonnellate di CO2 equivalente;

2) recupero di gas fluorurati a effetto serra;

3) installazione;

4) riparazione, manutenzione o assistenza;

5) smantellamento;

2) attività su apparecchiature di protezione antincendio che contengono gas fluorurati a effetto serra:

consistenti in:

1) controllo delle perdite dalle apparecchiature contenenti gas fluorurati a effetto serra in quantità pari o superiori a 5 tonnellate di CO2 equivalente a meno che le apparecchiature siano ermeticamente sigillate, etichettate come tali e contenenti gas fluorurati a effetto serra in quantità inferiori a 10 tonnellate di CO2 equivalente;

2) recupero di gas fluorurati a effetto serra;

3) installazione;

4) riparazione, manutenzione o assistenza;

5) smantellamento;

3) attività su commutatori elettrici contenenti gas fluorurati a effetto serra:

consistenti in:

1) installazione;

2) riparazione, manutenzione o assistenza;

3) smantellamento;

4) recupero;

4) recupero di solventi a base di gas fluorurati a effetto serra dalle apparecchiature fisse che li contengono.

IMPRESE che intendono svolgere le seguenti attività di:

  • > installazione;
  • > riparazione;
  • > manutenzione;
  • > assistenza o smantellamento di apparecchiature fisse di refrigerazione;
  • > condizionamento d’aria;
  • > pompe di calore fisse;
  • > apparecchiature di protezione antincendio contenenti gas fluorurati a effetto serra
NON SONO INTERESSATI ALLA PROROGA
  • > LE IMPRESE che svolgono attività di installazione, riparazione, manutenzione, assistenza o smantellamento di celle frigorifero di autocarri e rimorchi frigorifero contenenti gas fluorurati a effetto serra in quanto non DEVONO ESSERE CERTIFICATE da parte di apposito organismo pur dovendo iscriversi al registro telematico nazionale ED IMPIEGARE PERSONALE CERTIFICATO.
  • > LE PERSONE CON ATTESTATO in quanto lo stesso non ha scadenza pur dovendo iscriversi al registro telematico nazionale.

Si ricorda che l’attestato è necessario per operare sugli impianti di condizionamento d’aria dei:

veicoli per il trasporto di persone con al massimo 8 posti a sedere più quello del conducente;

veicoli per il trasporto di cose con massa di riferimento inferiore o uguale a 1.305 kg. (Con massa di riferimento si intende la massa del veicolo in ordine di marcia, diminuita della massa forfettaria del conducente di 75 kg e maggiorata della massa forfettaria di 100 kg.)

  • > LE IMPRESE DI AUTORIPARAZIONE CHE IMPEGNANO LE PERSONE INDICATE AL PUNTO PRECEDENTE IN QUANTO HANNO IL SOLO OBBLIGO DI ISCRIVERSI AL REGISTRO TELEMATICO NAZIONALE.

ALLEGATO

Circolare Ministero Ambiente


Per qualsiasi informazione siamo a disposizione.

tel. 0459211555

info@confartigianato.verona.it


Azioni, soluzioni, informazioni e materiale utile. Confartigianato a supporto delle imprese nei giorni del Coronavirus (in aggiornamento) > CLICCA QUI
X