unatras chiede ascolto al ministero e minaccia fermo autotrasporto

AUTOTRASPORTO – Unatras: il Ministro De Micheli non risponde, l’Esecutivo autorizza la proclamazione del fermo nazionale dei servizi di trasporto

Il Comitato Esecutivo Unatras riunito oggi a Roma ha autorizzato il Presidente Amedeo Genedani a proclamare il fermo nazionale dei servizi dell’autotrasporto, vista la perdurante assenza di risposte da parte del Ministro De Micheli sulle urgenti questioni riguardanti il settore.

La categoria non può più attendere e, considerata l’emergenza che vivono migliaia di imprese italiane quotidianamente, aspetta che si riavvi immediatamente il confronto con il Ministero dei Trasporti per conoscere la politica del Governo ed i provvedimenti riguardanti il settore.

Pertanto, la Presidenza di Unatras ha ricevuto il pieno mandato di espletare tutte le formalità previste dal codice di autoregolamentazione che governa le iniziative di protesta, ivi compresa la individuazione della la data del fermo nazionale dei servizi di trasporto, qualora non si riaprisse il dialogo in tempi brevi.

La drastica decisione è stata assunta in relazione alla mancata chiarezza sulle misure inerenti il taglio del rimborso accise, vitale per la competitività delle imprese, sulle norme che istituiscono il fondo per il rinnovo del parco veicolare, oltre che sulla mancata definizione delle norme fondamentali per il rispetto dei tempi di pagamento e sulla pubblicazione dei costi di esercizio per la regolarità del mercato. Normative che, da tempo, le imprese attendono e che sono frutto di precedenti intese.

Le Associazioni dell’autotrasporto riunite in Unatras, che hanno sempre dimostrato senso di responsabilità, nulla potranno rispetto al rischio di focolai di protesta incontrollabili che potrebbero insorgere, in forma autonoma, già nei prossimi giorni.

ALLEGATO

Il comunicato stampa nazionale

X