super ammortamento acquisto veicoli industriali nuovi

AUTOTRASPORTO – Torna il super ammortamento per le imprese di autotrasporto: riduzione fiscale per l’acquisto di veicoli nuovi

Torna il super ammortamento in favore delle imprese di autotrasporto per l’acquisto di veicoli. La novità, che ammette i veicoli industriali tra i beni strumentali che possono beneficiare della riduzione fiscale, è stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale numero 100 del 30 aprile 2019, che riporta il testo del cosiddetto Decreto Crescita.

Dunque, le imprese di autotrasporto potranno beneficiare del super ammortamento al 130% per l’acquisto di veicoli industriali nuovi anche per il 2019. Un’opportunità che era stata introdotta dalla Legge di Stabilità del 2018, ma che poi era sparita da quella del 2019, per rispuntare fuori oggi, con la pubblicazione del Decreto Legge numero 34 del 2019, meglio conosciuto come Decreto Crescita.

“Una richiesta di reintroduzione che Confartigianato Trasporti ha riproposto in più occasioni all’indirizzo dei rappresentanti di governo – sono le parole di Lucia Caregnato, Presidente di Confartigianato Trasporti – e che siamo soddisfatti sia stata accolta. Il comparto, che di fatto continua a tenere in piedi l’economia italiana nonostante le tante difficoltà, tra le quali anche i problemi creati da altri Paesi sul piano degli ingressi e del transito, necessita di essere sostenuto nel processo di riammodernamento del parco circolante. Con mezzi di nuova generazione, che di fatto arrivano a costare centinaia di migliaia di euro, l’incentivazione data dal super ammortamento può rappresentare un valido aiuto”.

Le modalità di accesso alla riduzione fiscale sono uguali a quelle del 2018 e il testo prevede esplicitamente i veicoli industriali tra i beni strumentali che ottengono la maggiorazione del 130% della quota di ammortamento. Il beneficio si applica ai veicoli acquistati dal 1° aprile al 31 dicembre 2019 e le imprese possono ottenere una proroga temporale nell’acquisto di veicoli nuovi fino al 30 giugno 2020, a patto che l’acquirente abbia firmato l’ordine e versato un anticipo del 20% entro il 31 dicembre 2019.

Per informazioni:

X