autobus4

AUTOBUS – Accise noleggio Bus: Italia “indagata” dalla Commissione europea. Beccherle: “Dovranno spiegare le scelte a danno dei loro stessi imprenditori”

Per la mancata riduzione dell’accisa sul gasolio alle imprese di noleggio Bus, la Commissione europea ha avviato la procedura “Eu Pilot”. Si tratta di un dialogo informale tra la Commissione e lo Stato membro – ossia l’Italia – interessato da questioni relative alla potenziale non conformità con il diritto dell’UE, prima di avviare una procedura formale di infrazione.

“La procedura costringerà lo stato italiano a spiegare i motivi delle scelte fatte a danno degli operatori nazionali – ha affermato il Presidente nazionale di Confartigianato Auto-Bus Operator, il veronese Mauro Beccherle –. La nostra amministrazione finanziaria ha ignorato ripetutamente le decisioni espresse dalla Commissione Europea e ha rivendicato la propria discrezionalità nell’applicazione dell’accisa ridotta al settore del noleggio autobus, creando una vera e propria ingiustizia”.

Beccherle prosegue augurandosi “che non sia necessaria un’esplicita messa in mora dell’Italia – afferma – ed auspico che il Parlamento, nella prossima legge di bilancio, adegui la normativa interna sulla riduzione dell’accisa sul gasolio al quadro comunitario di riferimento”.

Per l’Associazione di categoria di Confartigianato sono altresì ingiustificati ed illegittimi i rigetti delle istanze di rimborso presentate all’Amministrazione finanziaria per lo sconto accise sul gasolio a fronte della netta ed inequivocabile presa di posizione dell’Europa per cui richiede – onde evitare costosi contenziosi – di trovare al più presto la giusta soluzione.

X